• Sab. Feb 4th, 2023

Windows La ricerca mostra che gli aggiornamenti possono richiedere ore

Windows 10 e 11 possono richiedere fino a otto ore per scaricare e applicare completamente gli aggiornamenti software, secondo un nuovo rapporto di Microsoft.

È “molto improbabile” che i dispositivi Windows che non sono connessi a Internet per un massimo di sei ore alla volta si aggiornino correttamente e completamente, ha rivelato una recente indagine di Microsoft.

Il manager del programma Microsoft David Guyer ha scritto in un recente post sul blog che i dispositivi richiedono un minimo di due ore di connessione continue e sei ore di connessione totali per installare “aggiornamenti di qualità e funzionalità”.

“Ciò consente un download corretto e installazioni in background che sono in grado di riavviarsi o riprendere una volta che un dispositivo è attivo e connesso”, ha scritto Guyer.

Quasi una settimana dopo la prima pubblicazione del blog, Guyer ha risposto ad alcune domande puntuali in un thread di commenti, spiegando che la maggior parte degli aggiornamenti, dall’inizio alla fine, può richiedere meno di un’ora.

“Le sei ‘ore totali di connessione’ (non otto) che ho citato in questo post si basano su studi che includono dispositivi che vengono utilizzati di rado, spesso solo online per pochi minuti su più ore, hanno connettività intermittente e spesso funzionano a batteria potere”, ha scritto Guyer. “Alcune parti del processo di aggiornamento possono essere riavviate da dove erano state interrotte, come i download. Altre devono essere riavviate dall’inizio se il dispositivo si spegne. Pertanto, entrambi i criteri vengono presi in considerazione”.

Il problema con gli aggiornamenti lunghi, ha affermato Microsoft, è più diffuso sui dispositivi che eseguono Windows 10; questi sistemi richiedono aggiornamenti sostanzialmente più grandi rispetto a Windows 11. Microsoft ha ridotto del 40% la dimensione degli aggiornamenti per Windows 11 attraverso la tecnologia di compressione, “riducendo così i requisiti di tempo e larghezza di banda per gli aggiornamenti”, ha scritto un ingegnere del software e program manager Microsoft in un blog di ottobre 2021 posta .

heatherpoulsen 1 1643291738979
Come vengono visualizzati i dispositivi con connettività di aggiornamento insufficiente nel report di aggiornamento rapido di Windows in Intune.

Microsoft, ha scritto Guyer, ha investito in uno sforzo significativo per capire perché alcuni dispositivi Windows non sono ancora completamente aggiornati.

Circa la metà dei dispositivi Windows 10 che non eseguono più una build assistita non trascorrono abbastanza tempo online per scaricare e installare gli aggiornamenti. Questo numero scende al 25% dei dispositivi Windows 10 che si trovano su una build assistita ma hanno aggiornamenti di sicurezza scaduti da più di 60 giorni, secondo Microsoft.

Un problema è che gli utenti finali spengono i loro sistemi al termine della giornata lavorativa, eliminando la possibilità di aggiornamenti durante la notte. “Spingi sugli [utenti] l’importanza di mantenere i loro dispositivi connessi in modo che i loro dispositivi possano rimanere protetti e possano rimanere produttivi”, ha affermato Guyer.

Durante l’analisi del problema, Microsoft ha riscontrato “connettività di aggiornamento insufficiente” o la quantità di tempo e larghezza di banda necessarie per aggiornare completamente l’hardware durante le sei ore di connessione. “Se un dispositivo ha una connettività di aggiornamento insufficiente, l’analisi di altri problemi di aggiornamento è complicata perché la bassa connettività di aggiornamento può creare nuovi problemi che scompaiono una volta che c’è abbastanza connettività”, ha scritto Guyer.

La linea di fondo, tuttavia, è che gli aggiornamenti di Windows sono di grandi dimensioni e anche suddividere gli aggiornamenti in segmenti più piccoli e distanziarli in modo che non avvengano tutti in una volta richiede comunque che la macchina sia accesa per molto tempo; quindi, una volta scaricato completamente l’aggiornamento, il PC deve ancora incorporare il software in modalità background per avere un impatto minimo sulle prestazioni della macchina.

Il problema di aggiornamento per Microsoft è un problema da anni; non è una novità con Windows 10.

“Microsoft avrà difficoltà ad andare oltre questo scenario, ma sta cercando di farlo con ogni nuovo sistema operativo e sta migliorando, ma ha ancora molta strada da fare”, ha affermato Jack Gold, analista principale di J. Gold Associates .

Il problema fondamentale è che il modo in cui Microsoft ha strutturato Windows e il processo di aggiornamento richiede essenzialmente che una parte molto ampia del sistema operativo venga aggiornata ogni volta che è disponibile una nuova versione, secondo Gold.

“Altri sistemi operativi, in particolare alcuni di quelli mobili…, hanno capito come eseguire un approccio a componenti per aggiornare solo le parti del codice necessarie”, ha scritto Gold in una risposta via e-mail a Computerworld . “Anche Microsoft sta cercando di muoversi in questa direzione e Windows 11 fa meglio in questo. Ma l’architettura fondamentale di Windows rende difficile passare completamente a un processo meno oneroso, dato che gran parte del codice e della piattaforma esistenti viene utilizzata nelle nuove versioni del sistema operativo”.

heatherpoulsen 0 1643291738955
Un rapporto di errore filtrato per l’avviso di connettività di aggiornamento insufficiente, che mostra i dispositivi con connettività di aggiornamento insufficiente.

Se Microsoft cercasse di dare agli aggiornamenti del sistema operativo la priorità di cui hanno bisogno per essere completati rapidamente, sostanzialmente prenderebbe il controllo della CPU di una macchina, portando a prestazioni lente per tutte le applicazioni sul sistema.

Per risolvere il problema, Microsoft ha optato per download parziali, eseguendo uno, aspettando un po’, quindi scaricandone altri, ha detto Gold.

“Fondamentalmente, stanno rallentando per non influire eccessivamente sulle prestazioni…, in modo da non rovinare completamente l’utente che lavora sulla macchina”, ha affermato Gold.

Altri sistemi operativi hanno problemi simili, ma in misura molto minore. Ad esempio, macOS di Apple è basato su un kernel Linux molto più segmentato di Windows. Quindi gli aggiornamenti del sistema di solito non sono così grandi, a meno che un utente non esegua l’aggiornamento a una versione completamente nuova di macOS.

“Ma questo non vuol dire che il processo di aggiornamento sui Mac sia un gioco da ragazzi”, ha detto Gold. “Occorrono ancora risorse di calcolo per il download e gli aggiornamenti. È solo un po’ più semplice per il sistema e l’utente rispetto a Windows”.

Secondo Microsoft, un altro problema che interessa gli aggiornamenti è la gestione dell’alimentazione. Alcune impostazioni di alimentazione e criteri correlati mettono un dispositivo in modalità di sospensione o ibernazione troppo rapidamente, impedendo che gli aggiornamenti si verifichino al di fuori dell’orario di attività.

Microsoft fornisce consigli su come assicurarsi che gli aggiornamenti vengano eseguiti, incluse le impostazioni di alimentazione che consentono ai dispositivi di rimanere aggiornati con gli aggiornamenti della sicurezza. Gli amministratori IT che utilizzano oggetti Criteri di gruppo per gestire i criteri possono utilizzare le impostazioni nelle baseline di sicurezza di Windows, disponibili come parte del  Security Compliance Toolkit , per configurare le impostazioni di alimentazione.

Le aziende potrebbero anche prendere in considerazione la possibilità di filtrare i dispositivi che non dispongono della connettività di aggiornamento minima. Il ragionamento è che quei dispositivi non sono “aggiornati integri” e la modifica dei criteri o il targeting di essi con più aggiornamenti non sarà di aiuto fino a quando non soddisferanno la misurazione minima della connettività degli aggiornamenti richiesta per il successo.

Gli amministratori possono verificare quali dispositivi hanno una connettività di aggiornamento insufficiente usando Microsoft Intune. Una volta lì, vai su Dispositivi > Monitora e seleziona il rapporto Errori di aggiornamento delle funzionalità o Errori di aggiornamento rapido di Windows .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Registrati è gratis ed inoltre potrai conoscere altri utenti che hanno la tua stessa passione REGISTRATI GRATIS

DIARYDAY HA BISOGNO DI TE

Aspetta 1 minuto , leggimi

Questo sito è nato da 1o giorni, abbiamo bisogno di voi.

Se vi piace l'argomento, se vi tenete informati ogni giorno, allora ISCRIVETEVI.

CI SERVONO moderatori per i FORUM

CI SERVONO moderatori per i gruppi

Questo non è un sito web ma una COMMUNITY ....